FREEHELD

Usa, 2015 – Drammatico, di Peter Sollett; con Julianne Moore & Ellen Page

Il film è l’intensa trasposizione sul grande schermo di una storia vera, già raccontata in un documentario vincitore dell’Oscar da Cynthia Wade: la vicenda di Laurel Hester, stimata agente del New Jersey che, scoperto un cancro ai polmoni allo stadio terminale, impegnò gli ultimi mesi della sia vita a lottare affinché alla sua giovane compagna Stacey Andree venisse riconosciuto il diritto di ricevere la reversibilità della sua pensione, in modo che potesse continuare ad abitare nella casa che avevano allestito insieme, le cui pareti racchiudevano il loro mondo d’amore.

Una battaglia intensa, condotta contro la commissione dei freeholder, ufficiali del governo della contea che tentano di negarle i diritti già estesi alle coppie di fatto, e che quindi dovrebbero riguardare anche Laurel e Stacey.
Una battaglia difficile per Laurel, che ha sempre vissuto la propria vita sentimentale come un fatto privato, per non subire discriminazioni e avere la possibilità di svolgere al meglio il proprio compito di garante della giustizia. E alla fine dei propri giorni è proprio la giustizia il valore che sembra esserle negato.

Diretto da Peter Sollett, Freeheld è un film che non scade mai nel melodramma, pur affrontando un argomento che bene si presterebbe a tale deriva, e che narra una storia d’amore delicata e da proteggere, coinvolgendo il pubblico nella richiesta di parità di diritti per le coppie omoaffettive, al grido universale dello slogan “Voi potete farlo!”, rivolto con insistenza dai manifestanti alle autorità del New Jersey e, in controcanto, rivolto con determinazione e coraggio dalla maggior parte della cittadinanza italiana ai propri rappresentanti politici.

Una nota di merito per le attrici protagoniste, capaci di interpretare in maniera autentica e convincente il rapporto di coppia: Julianne Moore, l’agente di polizia apparentemente forte, dai grandi ideali, protesa a raggiungere il grado di tenente e pronta a tutto per difendere il proprio amore; Ellen Page, compagna premurosa, abile meccanico, diretta e impulsiva.

Massimiliano Bertelli

1